Al momento stai visualizzando App Immuni: “nessuno ha pensato ai disabili, per noi non va bene”
  • Categoria dell'articolo:News
  • Autore dell'articolo:
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

App Immuni: “nessuno ha pensato ai disabili, per noi non va bene”

L’applicazione “Immuni”, l’app dei cosiddetti “competenti“, non è accessibile a tutti, non rispetta infatti tutti i criteri di accessibilità previsti per legge. Si rilevano problemi come la mancata rotazione dello schermo o la mancata ereditarietà di colori e dimensioni che la rendono non accessibile alle persone con disabilità motorie e a soggetti con ipovisione.

Ci sono anche problemi di riconoscibilità dello status di pulsanti in Android. Tutte cose già segnalate.

Sulla rotazione una curiosità: chi l’ha segnalata prima Del mio autorevole amico Roberto Scano, ha ricevuto 2 voti a favore e 27 contrari dalla “community”. Questo per capire che certi temi essenziali per non discriminare sono pure boicottati da chi non conosce le conseguenze del proprio lavoro.

Davvero ci si chiede come sia possibile, per una task force di alto livello, non possedere neppure le minime competenze al fine di tutelare il proprio lavoro senza esporsi ad atti contro la legge. Ad ogni buon conto, il nostro ordinamento normativo è ricco di leggi a tutela del diritto all’accessibilità e fruibilità degli strumenti tecnici ed informatici, sia in ambito nazionale che internazionale.

Il governo però pare proprio ignorare questi aspetti, aspetti che renderebbero la vita di tante persone meno complicata nell’interesse di tutti. Si, perchè dove vive bene una persona con disabilità, viviamo meglio tutti.

Vincenzo Zoccano, già sottosegretario alla disabilità

Lascia un commento