Cashback: “Ci hanno chiesto di spendere e poi ci danno la colpa”

“Si sono inventati il cashback valido solo nei negozi, ma poi se andiamo a fare comprere veniamo accusati di creare assembramenti”. (guarda il video qui sopra). E’ la stortura sottolineata oggi dal consulente aziendale trevigiano Nicola Palumbo impegnato a spiegare il funzionamento dello stesso complicato sistema di riaccredito di una percentuale dei pagamenti sostenuti con la carta bancomat.

“I messaggi lanciati sono controversi e ora rischiamo di essere chiusi nuovamente in casa per una colpa data a noi”.

 

Questo articolo ha un commento

  1. Andrea

    Esposizione tanto semplice quanto centrata.
    Indiscutibile imbarazzante gestione dell’attualità, come si fa a non preoccuparsi per quanto dovranno fare per rilanciare il paese.
    Preoccupa l’impatto negativo che subirà la società, oggi divisa tra garantiti assoluti (dipendenti pubblici) e non garantiti (addetti del settore privato, più colpito nelle piccole imprese 54% rispetto agli occupati delle grandi imprese 28% , i lavoratori a tempo determinato e le partite iva.)

Lascia un commento