Al momento stai visualizzando Covid e Natale: restate terrorizzati, la terza ondata è già colpa nostra
L'infettivologo Massimo Galli in una recente intervista a La7
  • Categoria dell'articolo:News
  • Autore dell'articolo:
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Covid e Natale: restate terrorizzati, la terza ondata è già colpa nostra

Niente cene, cenoni, visite ai parenti se non morenti. L’estate allegra e il Natale per nulla cerimoniale. E poi c’è la terza ondata già strombazzata.

Mettetela via, come si dice in maniera pedestre. E’ già colpa nostra. La terza ondata ancora non c’è, le regole sì per quanto astruse, eppure sarà comunque colpa nostra. Lo dicono chiaramente gli esperti del Cts, da Agostino Miozzo per il quale “i furbetti rischiano di invalidare tutto e allora servono rigide pene e controlli”, al vaticinante Walter Ricciardi per cui “dicembre e gennaio saranno mesi terribili”.

Ma poteva mancare Galli? Non sia mai, se c’è da mettere una buona parola. Ed eccola, allora: “Se l’estate non fosse stata così scellerata, avremmo oggi 20.000 morti in meno”. Eh niente, insiste, tutta colpa dell’estate senza che vi sia alcun nesso di causa e tempo con quel che è realmente accaduto in settembre invece con la riapertura di scuole, aziende e affollamento dei mezzi pubblici.

L’infettivologo Massimo Galli, ospite di Agorà su Rai3 insiste: “Non cantiamo la stessa canzone che è stata cantata piu volte, anche spesso stonando, nel periodo estivo. Il mancato rispetto delle note di questa canzone ci ha portato alla terribile ripresa autunnale”.

Buon Natale, “estote parati” o meglio, terrorizzati.

Lascia un commento