Decreti, colori, chiusure e aperture. Ordini e contrordini. Che caos
Un controllo di Polizia (dal sito Fsp))

Decreti, colori, chiusure e aperture. Ordini e contrordini. Che caos

E’ ormai consolidato il modus operandi del Governo, che cambia in continuazione strategie e regole per la comunità, rendendo difficile anche per le Forze dell’Ordine restare al passo con i decreti e le leggi in ottemperanza alle disposizioni per il contrasto al Covid-19.
Si sono susseguiti, nell’arco di un anno, decine di decreti che hanno radicalmente cambiato il modo di vivere degli italiani e allo stesso modo l’operatività delle forze di polizia, trovatesi a fronteggiare, ma soprattutto a districarsi, in combinazioni sempre più complesse di normative alle quali far fronte ed applicare in strada in modo da far rispettare le normative a susseguirsi.
La poca chiarezza, ma sopratutto l’ambiguità delle stesse, ha fatto repentinamente cambiare più volte approcci e verbalizzazioni delle infrazioni mettendo in difficoltà anche questo comparto, provato anch’esso dalla pandemia in atto, costringendolo a continui aggiornamenti.
Una maggior chiarezza e una linea coerente e decisa avrebbe sicuramente aiutato anche il nostro personale, ora ci troviamo di fronte all’ennesimo cambio di rotta con incognite alle quali dovremmo fare in conti in questi giorni e mesi estivi con l’aggravante della gente sempre più esasperata dalle continue restrizioni.
Edoardo Alessio, Segretario Fsp Polizia Trieste

Lascia un commento