Al momento stai visualizzando Governo: piu che correre ora…si sgambetta!
Il Premier Giuseppe Conte e il Ministro Dario Franceschini
  • Categoria dell'articolo:News
  • Autore dell'articolo:
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Governo: piu che correre ora…si sgambetta!

Correre, decidere, fare. Ma che, addio ai Dpcm e allora ecco gli Stati Generali. Senza avvertire nessuno, così tanto per farsi dire ciò che sappiamo da decenni ma intanto “famo melina”. Questo Governo ora più che correre si sgambetta e la figura del “sior Tentenna” si fa sempre più ingombrante causando tensioni, protagonismi e regolamenti di conti. Senza decidere su alcunchè, ovvio.

L’esempio plastico del tutto è quella conferenza stampa congiunta di Conte e  Franceschini, capo delegazione Pd e suo sostenitore fino a qualche tempo fa, durante la quale il premier impegnato a illustrare le proposte del settore cultura è affiancato da un disinteressato Franceschini che manda messaggini. Il Ministro alla Cultura è costantemente chino sul telefono a inviare sms, come dire: “Sono qui, ma niente di serio”.

Perchè la crisi nella maggioranza di questo Governo affonda le radici nel protagonismo di Conte ai tempi del lockdown. E al termine delle chiusure, quell’annuncio di Stati Generali senza che gli alleati sapessero nulla. Immaginatevi Franceschini che del Pd è il mediatore nel Governo.

Intanto Zingaretti, timido sulla nascita dell’alleanza giallo-rossa, si era trovato nell’ingrato ruolo di garantirne la sponsorizzazione. E adesso che spinge per il cambio di marcia su tutto (Mes: niente, Autostrade: niente, Ilva: niente, addio decreti Salvini: niente), rischia oltre che il fatto di relegare il Pd a ruolo di subalterno, anche il danno di immagine come scrive opportunamente “la Repubblica”. Senza dimenticare, ed è solo l’ultima, che Franceschini ha pretesto che qualsiasi tipo di condono venisse stralciato dal testo del Dl Semplificazioni e nel vincere questa battaglia che in realtà ha investito anche le assunzioni nella Pubblica Amministrazione si è poi beccato un siluro serale dal Premier: “Molte di quelle assunzioni riguardavano il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. Come a dire: “Franceschini-poltroncini”.

I duelli sono tanti, molteplici e all’indirizzo di differenti attori della scena politica. E allora non si può proprio giocare a nascondino sperando che passi l’estate. Aggiungiamo una prima variabile: le tensioni con i grillini su Mes e Semplificazioni, per i quali si rischia la crisi se i primi a fare cucù in Europa fossimo proprio noi accettando il Mes e creando la voragine a 5 stelle. Renzi, zitto zitto, non lancia penultimatum e quando è fermo allora ci si deve davvero preoccupare. Conquista un altro parlamentare da Forza Italia e non sarebbe nemmeno l’ultimo.

Così sembrano già i prodromi di quell’alleanza alternativa che Berlusconi chiama dicendo di essere pronto a sostenere perchè la crisi economica è devastante. Con buona pace di Salvini e Meloni che con Silvio tornato protagonista per il “plotone d’esecuzione giudiziario” giocano a gatto e topo.

Chissà a chi mandava quei messaggini il disinteressato, a favore di telecamere, Franceschini…

Lascia un commento