Al momento stai visualizzando La Lega “condivide” le parole di Crisanti e imbarazza Zaia?
Il post della Lega che "condivide" le parole di Crisanti
  • Categoria dell'articolo:News
  • Autore dell'articolo:
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

La Lega “condivide” le parole di Crisanti e imbarazza Zaia?

Ma come, proprio lui?

Eh sì, lo ha fatto la Lega dal suo profilo ufficiale. Ma proprio lui, in effetti. “Non è mai finita”, avrà pensato il Governatore in queste ore guardando la bulimia dell’esperto di zanzare. Un piccolo episodio che però non ha raccontato nessuno. Intendiamoci, non è certo nulla che smuova platee, consensi e denari. Ma un piccolo gossip interessante nella lettura della politica, magari con un pizzico eccessivo di dietrologia.

Proprio la Lega di Salvini condivide le parole del professore ora inviso a Zaia? Nessun contrasto sotterraneo come spesso la stampa spera di accendere tra il leader del Carroccio e il Presidente di Regione più amato d’Italia. Anche se a pensar male spesso ci si azzecca, ma il “caso” è presto spiegato: si trattava di condividere le parole di Andrea Crisanti intervistato da Il Giornale in merito ai rischi di nuovi focolai legati ai migranti.

“Sono un problema – dice Crisanti – tutti, indistintamente, vanno testati subito con il tampone appena sbarcano o arrivano in Italia. Bisogna bloccare sul nascere le situazioni a rischio. Altrimenti rischiamo una diffusione a macchia d’olio del virus, che non se n’è mai andato, non ce lo dimentichiamo».

Da simpatico “prof”, come Zaia chiamava amichevolmente il virologo poi svelatosi parassitologo. Per poi diventare uomo e argomento tabu dopo il presenzialismo accentuato di Crisanti e l’opposizione con vena polemica del professore responsabile della Microbiologia di Padova sempre bastian contrario. Ancora, nonostante sempre più professionisti dicano “emergenza finita, ma attenzione”.

Lui che nei giorni scorsi aveva perfino distribuito la stampa dei messaggi scambiati con Luca Zaia che delle sue azioni diceva “top”. Ma era un altro momento, un rapporto poi sprofondato. “Si commenta da solo”, aveva semplicemente replicato il Presidente.

Che sarà del virus? Lo vedremo, sarà la storia a dirlo e lo scopriremo a brevissimo, con l’autunno. Intanto si vota, forse.

Lascia un commento