Al momento stai visualizzando Luca Zaia: “Sono stato una voce familiare davanti alla paura”
L'intervista a Luca Zaia
  • Categoria dell'articolo:News
  • Autore dell'articolo:
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Luca Zaia: “Sono stato una voce familiare davanti alla paura”

“Io non ho mai dimenticato i bambini, per me sono sempre stati in prima fila”. Così Luca Zaia, Presidente della Regione Veneto, rivedica i 4 mesi di emergenza “del silenzio” vissuto nelle case di veneti e italiani. “Ho pensato a loro, ho mostrato i loro disegni perchè così li ho resi partecipi, altrochè umiliare l’Istituzione mostrando come dice qualcuno criticandomi”.

E’ un passaggio della lunga intervista di Ilaria Marchiori per Medianordest al Governatore. Zaia svela il perchè di quell’appuntamento fisso e l’attenzione massima ai più piccoli: “da bimbo ho vissuto la tragedia dell’atrazina nelle acque del mio paese, e vedevo l’arrivo dell’acqua solo grazie ai camion”. Ecco perchè il numero uno di Palazzo Balbi non ha abbandonato i figli davanti alle Tv. “Me lo ha detto anche una psicologa dell’età evolutiva, sono stato l’unico a parlare tutti i giorni i bambini, soli, a casa senza poter vedere gli amici perchè segregati. Anche loro vedevano i camon dei morti. E allora abbiamo pensato anche ai pulcini, proprio per non lasciarli soli”.

Il Governatore ha ripercorso questi quattro mesi di emergenza, ora che la conferenza stampa quotidiana delle 12.30 tramonterà chiudendo questa parentesi maretdì prossimo. “Sono stato una voce familiare davanti alla paura di stare chiusi in casa”, ha detto il presidente a Medianordest.

E poi l’Autonomia, ormai forse dimenticata da molti, ma un progetto che potrebbe prendere il volo dopo l’ottima gestione del Covid-19 da parte del Veneto e riconosciuto da molti. Quindi Zaia cita l’idea avuta dal vicedirettore Ferdinando Avarino: “il counter dei giorni perduti”, in onda tutti i giorni sugli schermi di Antenna Tre e Rete Veneta per ricordare quanto tempo sia passato dal referendum, senza una svolta vera. “Siamo arrivati a 979 giorni da quel referendum cui parteciparono oltre 2 milioni e 600.000 veneti; dovremmo portare a Roma un camion con un gigantesco counter per far vedere quanto tempo è passato in attesa dell’arrivo dell’Autonomia”.

Lascia un commento