Migranti dai Balcani? Fototrappole inutili, servono risorse…in divisa!
Una Fototrappola

Migranti dai Balcani? Fototrappole inutili, servono risorse…in divisa!

E notizia di oggi che la Regione Autonoma FVG, ha provveduto allo stanziamento di 50 mila euro per il posizionamento di foto trappole nei boschi della Regione per “affrontare e combattere la migrazione via Rotta Balcanica”.

Riteniamo questa iniziativa inutile per le attività di monitoraggio e crediamo che quei soldi stanziati potevano venir messi a disposizione per aiutare le F.O. In altro modo. Sappiamo benissimo da dove arrivano questi poveri disperati, il loro tragitto dal confine attraverso i boschi fino alle strade provinciali dove poi si riversano verso la città e ben noto, dunque non c’era bisogno sicuramente di foto trappole per individuare i sentieri battuti dai migranti, visto e considerato che questi vengono cosparsi di rifiuti che ne determinano in maniera evidente il passaggio.

Sappiamo anche che, normalmente , chi scende per il Carso dai boschi viene accompagnato dai passeur fino al confine e non entrano in territorio italiano tranne che con il trasporto a mezzo veicoli privati. La situazione migratoria, ora allentata grazie alla recrudescenza climatica invernale, aumenterà verso primavera per poi esplodere in estate come abbiamo notato tutti negli scorsi anni.

Riteniamo che, vista la situazione, questa iniziativa, seppur diretta in qualche modo a migliorare il controllo e la vigilanza di confine, sia inutilmente dispendiosa e non porti a benefici sostanziali al rintraccio dei migranti in FVG. Ci sono molte cose da sistemare, dai conteiner poco consoni all’uso nel servizio di polizia (ci vorrebbero strutture più grandi ed adeguate come un Hot Spot organizzato), a mancanze di mezzi e uomini sufficienti a fronteggiare ulteriori recrudescenze estive, aggravate anche dall’emergenza pandemica per il covid -19 per la quale, fra l’altro, la vaccinazione per gli operatori di Polizia e ben lontana, ed addirittura vengono riportate dai colleghi problematiche sulla vestizione degli operatori; ovviamente questo non di pertinenza diretta della Regione che però, ci auguriamo, si interessi a far approvvigionare e migliorare la qualità del servizio delle F.O. sul territorio tramite la sua influenza a Roma.

Edoardo Alessio, Segretario Fsp Polizia Trieste

Lascia un commento