Otto aggressioni al giorno: “per quello noi poliziotti scendiamo in piazza”
Agenti di polizia

Otto aggressioni al giorno: “per quello noi poliziotti scendiamo in piazza”

Il 14 ottobre a Roma, in Piazza del Popolo, ci sarà una manifestazione per cercare di sensibilizzare il mondo politico e i cittadini sull’immobilismo istituzionale e del Governo a fronte delle innumerevoli e costanti aggressioni alle Forze dell’Ordine; aggressioni figlie della maleducazione, di leggi non adeguate e di una mancanza di regole di ingaggio che possano permettere ai lavoratori della sicurezza di operare con serenità e sopratutto con dignità.

Sono ormai troppe le aggressioni, 250 fino ad oggi, quasi 8 al giorno, nei riguardi degli operatori di polizia, carabinieri, guardia di finanza, polizia penitenziaria e polizia locale in Italia. Un numero per il quale non si può più tacere e si richiede un urgente intervento del Governo.

Non è possibile non sentirsi sprofondare in un mare di incertezze e ipocrisie nel quale il Governo attuale e quelli precedenti ci tengono da troppo tempo immobili, modalità che, non ci consentono più di fare sicurezza, come sicurezza dovrebbe essere e soprattutto sicurezza che il cittadino per bene vorrebbe.

Sono troppi gli abusi che la polizia deve sopportare ogni giorno e sono troppe le promesse non mantenute, le bugie e le dimenticanze dei Governi precedenti e di quello attuale nei nostri riguardi sul tema sicurezza. Il costo che viene pagato dagli uomini e donne della polizia di Stato e delle altre F.O. più in generale in termini di sacrifici, anche personali, non vengono ripagati né riconosciuti a sufficienza e talvolta comportano problematiche talmente gravi da minare anche la pace famigliare e la sua stabilità.

E ora di dire basta e chiedere un serio intervento da parte della politica e del Governo per fornire le sue F.O. di tutti i mezzi adeguati, siano essi normativi, regole di ingaggio e tecnici logistici per permetterci di svolgere la nostra attività con la serenità e la sicurezza che si deve ad un servizio indispensabile come quello svolto dalle F.O. in Italia.

Edoardo Alessio, segretario Fsp Polizia Trieste

Lascia un commento