Al momento stai visualizzando Speranza, Fedez…e carità
Fedez al concerto del Primo Maggio
  • Categoria dell'articolo:News
  • Autore dell'articolo:
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Speranza, Fedez…e carità

Prima di affrontare la vicenda Fedez – Rai vorrei fare una piccola deviazione.

Ben tornati a terra, così Elon Musk saluta il ritorno dei suoi 4 astronauti che hanno soggiornato per 6 mesi sulla stazione spaziale internazionale.

Ma mentre il milionario visionario continua a correre verso il futuro, noi popolo italiano, ci troviamo con i soliti vecchi problemi.

La nostra società è ancora scossa da problemi vissuti dai nostri avi.

Nei primi anni del 1300 carestie ed epidemie causarono il crollo demografico e l’impoverimento della popolazione.

Nel 2021 abbiamo solo sostituito le epidemie con la pandemia, per il resto è cambiato poco.

Viviamo problemi sociali che tanto guardano al passato, come diseguaglianze economiche e discriminazioni di genere, ma con una virata verso il futuro, i social.

 

Il caso Fedez-Rai-Lega.

 

Rappresentare un valore sociale messo in discussione, questo è il motivo che ha portato il rapper Fedez a salire sul palco del concerto del primo maggio esordendo con : “sappiate che questo discorso è stato ritenuto inopportuno dalla vicedirettrice di rai 3. Ovviamente da persona libera mi assumo la responsabilità di ciò che dico e che faccio”.
Poi ha calando l’asso, pubblicando pure la videoregistrazione della telefonata che ha avuto con la dott.ssa Ilaria Capitani, vicedirettrice di Rai 3. ( https://twitter.com/Fedez/status/1388597928177160201?s=20 )
I contenuti li conoscete quindi non li ripeterò.
Mi sono incuriosito invece nel leggere le reazioni che si sono scatenate in queste ore sui social.

Inutile dire che la maggior parte delle reazioni sono state a favore del rapper ma devono far pensare alcuni commenti che vi elenco:

 

Salvini:

Fedez e Rai 3, polemica tutta interna alla sinistra. Artista di sinistra, “censori” di sinistra. Viva la musica e la libertà. Aspettiamo che qualcuno paghi e si dimetta. P.s. L’interlocutrice Rai registrata da Fedez era portavoce di Veltroni, sindaco Pd di Roma. (https://twitter.com/matteosalvinimi/status/1388796338092003329?s=20)

 

Alessandro Zan:

Il coraggio di Fedez al concertone dà voce a tutte quelle persone che ancora subiscono violenze e discriminazioni per ciò che sono . Il senato abbia lo stesso coraggio ad approvare subito una legge per cui l’Italia no può più attendere. Grz Fedez. (https://twitter.com/ZanAlessandro/status/1388588495493599232?s=20)

 

Lega Salvini Premier:

Consigli per gli acquisti. Dove acquistare le scarpe di Fedez (che costano 20 mila euro).
(https://twitter.com/LegaSalvini/status/1388792644097150976?s=20)

 

Enrico Mentanta:

La straordinaria faccia di bronzo dei leader politici che si schierano con Fedez contro la censura di dirigenti Rai che loro stessi hanno scelto e nominato, continuando da allora a oggi a sommergerli, in prima persona o attraverso i portavoce, di segnalazioni e raccomandazioni.
( https://www.facebook.com/100044385910920/posts/321815599307968/?d=n )

 

I commenti sopra riportati sono di personaggi pubblici che, o sono stati direttamente chiamati in causa, o hanno le competenze per commentare.

Una cosa non comprendo, in un analisi di quanto accaduto, cosa centrano il cappellino della nike e le scarpe da 20 mila euro?
Io non penso che l’idea e la sua esposizione siano credibili o meno a secondo dell’abbigliamento o dello status sociale.
Ma a ognuno la propria opinione.

In sostanza è il senso della contesa, ovvero fermare una forma di violenza che nasce dalle differenze, anche di pensiero.

Raggiungere la vera libertà dalle diversità e dai pregiudizi.
Una libertà che deve sostituirsi alla violenza.
Quella violenza subita da chi esprime diversità di pensieri e idee, di scelte di vita e di sesso, di religione e di politica, persino di fede calcistica.

Possibile essere così lontani dal capire il vero senso di libertà?

E sono molti i colleghi solidali con Fedez : Emma Marrone, Vasco Rossi, Lodo Guenzi, Ermal Meta, Mahmood, Elisa.
In particolare Emma Marrone sottolinea come in questi anni esponendosi e mettendoci la faccia su argomenti in cui crede, si è sentita dire dai politici: “pensa a cantare”.
Ma torno al post di Enrico Mentana con il quale definisce “la straordinaria faccia di bronzo dei leader politici”.

Così la politica contemporanea si prende della spudorata, insolente e senza vergogna.
Forse la chiave di lettura è proprio li.
Con insolenza e senza vergogna la politica vorrebbe prendersi questo palco.
Un palco sul quale sale la migliore espressione di democrazia , la musica!

Ci si accorge subito della differenza tra la passione di un artista accompagnato dai suoi musicisti e la recita sempre meno convincente del politico, spesso accompagnato da chi, già dal concerto successivo, lo abbandona per cambiare musica.

-Art. 21 della Costituzione, tutto quanto è stato e sarà scritto e detto, pro e contro, è merito dell’art. 21 della Costituzione italiana-

Lascia un commento