Venezia, ex Alcoa: “stipendio congelato e nessun candidato parla di noi”
La Slim Fusina Rolling ex Alcoa

Venezia, ex Alcoa: “stipendio congelato e nessun candidato parla di noi”

Riceviamo e pubblichiamo lo sfogo di un lavoratore in ansia per il suo futuro. Nessuno parla di loro.

Gentile Direttore, concedimi di portarti alla luce una situazione forse “paradossale”. Spinto sicuramente dalla preoccupazione, per non chiamarla disperazione…

L’azienda dove lavoro da 30 anni poco più è la Slim Fusina Rolling ex Alcoa. Se prima eravamo in difficoltà, il Covid ci ha portato al baratro. Siamo con lo stipendio “congelato”, dovuto ad una crisi finanziaria che ha portato l’azienda a chiedere un Concordato Preventivo con riserva per salvarci dal fallimento.

Ti dicevo un paradosso perché in piena campagna elettorale non ho sentito nessuno spendere almeno due parole su una situazione drammatica che vivono circa trecento famiglie più l’indotto. La situazione di Porto Marghera ormai è allo sfascio. Io non so se ci sia un “progetto” di riconversione finalizzato ad un’attività portuale o altro…

Mi preoccupa il “silenzio assenso” dei vari candidati sindaco o presidente di Regione. Il dramma però lo viviamo noi come lavoratori di un’Azienda che, nonostante le poche innovazioni tecnologiche compiute, ha ancora molti margini nel mercato dell’alluminio per varie tipologie di lavorazioni.

Perdona il mio scriverti dovuto allo sfogo di uno dei tanti lavoratori che, con una media di cinquant’anni d’eta e trent’anni e più di lavoro, si trovano a rischiare di “uscire” dal mondo del lavoro senza una prospettiva…

Stefano Lovigi

Questo articolo ha un commento

  1. Dario SIMIONATO

    Io ho visto chiedere 5 stabilimenti. Questo è un gioiello dell’industria con vere eccellenze. Ritengo che siamo in questa situazione a causa di politiche industriali che non tutelano gli interessi dei lavoratori italiani. di investimenti non fatti, volti solo a sfruttare finché si può e quando non riesci più a competere nel mercato sapete a chi si da la colpa, all’operaio e i dirigenti si chiamano fuori. Allora io consiglio a tutti di mettersi in discussione e lavorare sodo per rilanciare questo stabilimento che può dire ancora la sua, basti pensare che è il secondo in Europa come larghezza, e con la voglia di consegnarlo ai lavoratori di domani

Lascia un commento