Al momento stai visualizzando Sostiene Lorenzoni ma invita al voto disgiunto. “L’incidente” della candidata Pd
Il "ricordo" del voto disgiunto da parte del coordinatore Pd
  • Categoria dell'articolo:News
  • Autore dell'articolo:
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Sostiene Lorenzoni ma invita al voto disgiunto. “L’incidente” della candidata Pd

Sarà un “incidente di percorso”, magari davvero a sua insaputa. Ma il caso che in queste ore imbarazza l’ex sindaco di Nove (Vicenza) e candidata Pd al consiglio regionale del Veneto è davvero curioso.

Il suo coordinatore del circolo di Nove-Cartigliano, Gilberto Lorenzin, carica che la stessa Chiara Luisetto ricopriva sino a non molto tempo fa, invia una lettera agli affezionati con tanto di logo Pd e firma, nella quale si invita a sostenere la candidata. Ma qualche riga più in giù il busillis.

Scrive: “La legge elettorale regionale prevede la possibilità di voto disgiunto (sottolineato in grassetto). Una modalità che consente di esprimere una preferenza su una lista diversa da quella del candidato presidente. In altri termini, se un vostro amico non fosse intenzionato a votare il candidato Lorenzoni, potrebbe tuttavia esprimere la preferenza per Chiara”.

Il sillogismo è semplice, “se votate Zaia presidente, potete comunque esprimere una preferenza per la piddina Luisetto”. Certo, magari sceglierete altro candidato alla guida della Regione, ma il tafazzismo di questo invito agli elettori Pd è davvero la nemesi di una campagna elettorale assurda.

Autogol, o quintessenza di una elezione a nascondino, dove si tira il sasso e poi…

Lascia un commento